Milano 1946

Raduno al Kennedy, via alla stagione del Milano

Solo preparazione fisico-atletica all'aperto con esercizi individuali e distanziati per la prima giornata di allenamento del Milano edizione 2021. Ma l'imporrtante, per i ragazzi di Fraschetti, era ricominciare, seppure con il rischio di dover interrompere tutto se la Lombardia tornasse in fascia rossa


A zero gradi, poco prima delle sette di sera, ha preso il via la stagione 2021 del Milano neopromosso in serie A2. Raduno al Kennedy, agli ordini di Marco Fraschetti, Thomas Pasotto e Ennio Paganelli, presenti quasi tutti i ragazzi che hanno conquistato la promozione tre mesi fa a Fossano, con qualche assente giustificato e in attesa di definire la posizione di alcuni giocatori rientrati per fine prestito.

In attesa di capire quando potrà partire la seconda stagione a effetto Covid (si parla di maggio) e soprattutto di avere indicazioni sulla formula del campionato ancora avvolta nelle nebbie, i rossoblù hanno potuto fare solo un allenamento atletico individuale con il rispetto dei distanziamenti rigorosamente all’aperto, senza nemmeno poter usare la palestrina sotto le tribune. Le prossime sedute sono in programma venerdì e domenica.

Il primo problema stagionale, però, potrebbe essere l’inasprimento delle misure se la Lombardia dovesse tornare già la prossima settimana in zona rossa. A quel punto scatterebbe il divieto a qualsiasi attività e gli allenamenti dovrebbero essere sospesi. Per il momento, dunque, accontentiamoci di questa prima seduta. In attesa di tempi migliori.

12/01/2021