Milano 1946

Presentato il 2° volume del film sulla storia rossoblù
"Il Milano degli invincibili"

Proiettato l'altra sera al Kennedy la seconda puntata del film sulla storia del Milano. Il capitolo è intitolato "Il Milano degli invincibili" e racconta gli scudetti del 1960, '61 e '62 con l'incredibile record dell'Europhon di 39 vittorie consecutive. Ma è anche uno spaccato sul baseball milanese dei primi anni Sessanta, con 4 squadre in A, e sulla prima coppa dei Campioni a cui partecipò il Milano nel '63


E’ finalmente uscita, presentata l’altra sera al Kennedy davanti a un parterre molto prestigioso, la seconda puntata del film sulla storia del Milano “70 meravigliosi anni, la storia di un sogno”, che vuole ripercorrere appunto le tappe del nostro club dall’entusiasmo dei pionieri ai trionfi, ai momenti di crisi. La seconda puntata esce purtroppo con un certo ritardo, perché – come ha spiegato Elia Pagnoni prima della proiezione del film – si sono sommati problemi e coincidenze di vario tipo che ne hanno un po’ ostacolato la pubblicazione. Innanzi tutto la decisione di Gianluca Aiazzi, ideatore e regista della serie, di trasferirsi per motivi di lavoro negli Stati Uniti, a Miami. Cosa che pensavamo di superare lavorando a distanza, con l’aiuto delle attuali tecnologie, ma che poi ha rallentato inevitabilmente i nostri contatti, fosse anche solo per il problema del fuso orario. Così mi sono ritrovato un po’ spiazzato, perché non volevo assolutamente far fallire il progetto e soprattutto sprecare il tanto materiale raccolto, ma nello stesso io non ero assolutamente in grado di risolvere tutta la parte tecnologica riguardante il montaggio e l’uso dei relativi strumenti, se non per piccole operazioni. Per fortuna, però, a un certo punto ho trovato la soluzione praticamente in casa, perché ho scoperto che anche mio fratello Mauro si dilettava a tempo perso in montaggio e creazione di video con l’aiuto di alcuni programmi software che attualmente sono disponibili. Basta imparare ad usarli…”.

Così tocca a Mauro Pagnoni subentrare nel lavoro esecutivo ad Aiazzzi, che però da lontano continua a dare consigli e a produrre ad esempio le sigle di apertura e di chiusura. E la lavorazione finalmente può riprendere e completarsi nei primi mesi del 2020, praticamente in coincidenza del primo lockdown. A quel punto il film è pronto, ma purtroppo è impossibile proiettarlo per gli effetti della pandemia che vietano qualsiasi assembramento. Così tutto è slittato praticamente di ulteriori dodici mesi, finchè il presidente Selmi ha proposto di proiettarlo, anziché in un cinema, proprio in casa nostra, ovvero nel tendone-club house del Kennedy dove, grazie all’ambiente aperto, avremmo superato anche tutte le limitazioni delle sale cinematografiche.

E finalmente il secondo capitolo è andato in onda, molto apprezzato dai presenti. Capitolo in cui si ripercorrono lo scudetto del 1960, con lo spareggio di Bologna contro la Roma, e soprattutto le due fantastiche galoppate del ’61 e ’62, quando il Milano, appunto degli Invincibili, conquistò due tricolori senza perdere nemmeno una partita e arrivando a stabilire il record tuttora imbattuto di 39 vittorie consecutive. Non solo, ma nel film si racconta il boom del baseball milanese in generale dei primi anni Sessanta, con quattro squadre in serie A e la fantastica storia dei Leprotti, oltre al debutto europeo dell’Europhon, prima squadra italiana a partecipare alla neonata coppa dei Campioni nel ’63.

“Ma soprattutto – come ha concluso Elia Pagnoni – ci tengo particolarmente a ricordare che in questo film vedrete e ascolterete le testimonianze di qualche amico che purtroppo, nel frattempo, è venuto a mancare. Ma di loro ci resta anche questo piccolo ricordo, cosa che rende questo documento ancora più prezioso”.

Il film, prodotto unicamente per la distribuzione tra i soci, gli atleti e gli ex tesserati del Milano, non è in vendita, ma se qualcuno fosse interessato ad averne una copia può rivolgersi a info@milanobaseball.it

10/10/2021