Milano 1946

Milano retrocesso per la quinta volta nella sua storia
festa amara per la 1300esima partita in serie A

Contro il Torino il Milano ha gioocato la sua 1300 partita nella massima serie, ma ha subito la quinta retrocessione della sua storia, la terza in serie A. Giornata speciale anche per Andrea Capellano che è diventato il quarto interbase rossoblù all time eguiagliando Alessandro Bortolomai con 95 partite da titolare, mentre Andrea Lo Monaco raggiunge Marco Fraschetti, nono DH del Milano. E domani a Parma con la Crocetta si chiude il campionato


La doppia sconfitta di domenica contro il Torino ha sancito la retrocessione aritmetica del Milano in serie B. Momento certamente triste, ma non è la prima volta che accade nei 75 anni di storia rossoblù. Anzi, per la precisione è la quinta retrocessione sul campo subita dal Milano, a cui si aggiungono purtroppo ben 7 autoretrocessioni per motivi economici. La prima retrocessione si verificò nel campionato di serie A 1955 quando la squadra guidata da Elliott Van Zandt finì ottava e perse lo spareggio con il Trieste: dopo due anni di B il Milano tornò in A vincendo il campionato cadetto del 1957. Per trovare la seconda retrocessione sul campo bisogna poi saltare in avanti di ben 34 anni quando la Bkv di Mazzotti arrivò 6.a nel girone A della serie A1 1989 e scese in A2, ma l’allargamento della prima serie le consentì di essere ripescata. Curiosamente anche nelle ultime due retrocessioni, più recenti, il Milano ha sempre goduto di ripescaggi: dopo quella del 2008, con Pasotto allenatore, dalla A2 alla B con il 9° posto, i rossoblù vennero ripescati grazie anche alla fusione col Senago nella franchigia United; ma anche l’anno successivo, il primo del SenagoMilano con il cubano Castro in panchina, terminò con una teorica retrocessione sul campo sempre con la 9.a posizione, ma anche nel 2010 lo United venne ripescato nella serie cadetta.

Alla fine, come si vede, di quattro precedenti retrocessioni sul campo, il Milano ne ha scontata solo una, mentre sono state le autoretrocessioni a pesare molto di più sulla storia rossoblù, soprattutto quella del 2003 che vide il Milano scendere dalla A2 alla C per risalire nella serie cadetta solo dopo 6 stagioni.

Purtroppo la partita della retrocessione ha coinciso con un traguardo storico del Milano che non abbiamo potuto festeggiare adeguatamente: in gara due contro il Torino, infatti, i rossoblù hanno giocato la loro 1300esima gara in serie A dal 1948 ad oggi. 1300 partite nella massima serie, di cui 708 vinte, 590 perse e 2 pareggiate per una media globale di 544. In totale le partite giocate dal Milano nella sua storia sono invece 2333.

Al di là dell’esito negativo del weekend vanno comunque annotate alcune curiosità statistiche. Andrea Capellano, infatti, giocando per la 95.a volta da interbase titolare, ha eguagliato Alessandro Bortolomai diventando il quarto shortstop della storia rossoblù, preceduto ora solamente da Alberto Spinosa (147), Alessandro Selmi (168) e Carlo Passarotto (202). Capellano ha giocato la sua prima partita da interbase il 15 aprile 2018 in Milano-Crocetta 6-5, mentre Alessandro Bortolomai ha giocato le sue 95 partite da shortstop dello United tra Sala Baganza-SenagoMilano 5-4 del 14 giugno 2009 e, curiosamente, Sala Baganza-SenagoMilano 2-1 del 13 luglio 2014.

Andrea Lo Monaco invece ha raggiunto il proprio allenatore Marco Fraschetti al 9° posto tra i battitori designati della storia rossoblù con 32 partite giocate da titolare in questo ruolo in cui ha giocato per la prima volta il 24 aprile 2011 in Castenaso-United 7-6. Fraschetti invece ha giocato per la prima volta da DH il 15 aprile 1984 in Castiglione-Milano 3-8 di serie A1 e per l’ultima volta in Rimini-Milano 13-3 dell’8 agosto ’98 sempre in A1.

Chiudiamo infine con alcune annotazioni in fatto di presenze assolute: Marco Pasotto ha scavalcato Max Crippa (160), raggiungendo le 161 partite in rossoblù; Nicola Bancora ha sorpassato Fabio Casiraghi (141) e raggiunto la coppia Franco-Lono a quota 142; Luca Fraschetti ha agganciato Andrea Goldstein a 116 e infine Max Sanguedolce ha raggiunto David Phares a 113.

Domani infine il Milano conclude la sua stagione con le ultime due partite, ormai ininfluenti, a Parma contro la Crocetta. Si gioca alle 15.30 e alle 20.30 .

10/09/2021