Milano 1946

Il messaggio di auguri del presidente Selmi
"La foto con tutte le squadre, flash più bello del '22"

Consueti auguri di Capodanno del nostro presidente: "Abbiamo sfiorato il ritorno in serie A e quest'anno ci riproveremo. Nel 2022 abbiamo confermato numeri impressionanti nei tesserati, ma dobbiamo continuare ad alimentare il settore giovanile: se la base è forte, il vertice funziona. La foto di gruppo con tutte le squadre del Milano è la più grande soddisfazione di questa stagione. Un simbolo di ciò che abbiamo fatto. Adesso ci aspettiamo un Kennedy ancora migliore: da marzo dovremmo avere gli spogliatoi nuovi. Ci mancano un tabellone e... la Nazionale".


Care amiche e cari amici,
 
anche questo 2022 volge al termine e mi sembra doveroso fare un breve bilancio della stagione appena conclusa, subito prima di lanciarci tutti insieme verso la nuova avventura del 2023. Anche in questa stagione abbiamo confermato numeri impressionanti per tesserati (atleti, tecnici e dirigenti) e squadre iscritte alle varie categorie softball e baseball: troppo spesso ultimamente tendiamo a dare per scontato che tutto questo sia ormai normale amministrazione, ma non dobbiamo mai perdere di vista i sacrifici che sono stati fatti per arrivare fino a qui e anzi abbiamo il dovere di alimentare con costanza il nostro settore giovanile, sia nella quantità che nella qualità. Tutto nasce sempre dal Settore giovanile, se la base della piramide è solida, la costruzione intera starà sempre saldamente in equilibrio. D'altra parte, il vertice della nostra società quest'anno si è fatto rispettare, le nostre prime squadre hanno disputato una stagione consistente, in particolare nel baseball dove siamo arrivati ad un passo dalla promozione in serie A. Poco male per il 2022, non abbiamo nulla da recriminare, ma abbiamo fatto esperienza e ci riproveremo con maggior vigore e convinzione in questo 2023. Se parliamo di risultati, anche U12 e U18 baseball hanno portato i colori rossoblu fuori dalla Lombardia, accedendo alle fasi nazionali e dando del filo da torcere a compagini di altre regioni ben attrezzate. Nel softball il percorso di crescita è ormai consolidato, la serie B è stata ad un passo dai play off di categoria, le più giovani si sono difese con onore nei rispettivi campionati e U15 e U18 si sono tolte più di una soddisfazione, nonostante i gironi di ferro con le 3 grandi del softball lombardo (Bollate, Saronno e Caronno). Insomma il campo ci restituisce una immagine sana del Milano 1946, dobbiamo migliorare tanto, ma stiamo facendo un buon lavoro, tanto da aver portato anche diversi giocatori al Torneo delle Regioni con la rappresentativa lombarda e aver ottenuto qualche convocazione nelle nazionali di categoria. Da qui ripartiremo con entusiasmo.
 
Devo spendere qualche parola anche per il Kennedy, nel 2022 la Fibs ha terminato la sua parte di lavori relativi agli spogliatoi che ora, prima della nuova stagione, dovrebbero essere a loro volta messi a disposizione del Milano 1946 dal Comune, che si è impegnato a concludere per tempo gli interventi di propria competenza (impianti elettrici, idraulici e di riscaldamento/raffreddamento). Se non ci saranno, come speriamo, ritardi, nel 2023 avremo 4 bellissimi spogliatoi a disposizione delle nostre squadre e degli avversari. Poi, anche in questo caso speriamo presto, sarà la volta delle tribune e del tabellone. Insomma, tutti vogliono tornare a vedere il Kennedy nella sua veste migliore, a partire dagli staff delle squadre nazionali Élite e U18, ospitati nel 2022 per qualche sessione di allenamento e molto soddisfatti dello stato del campo e del centro sportivo. Non so quando accadrà esattamente, ma siamo sicuri che la Nazionale tornerà a giocare a Milano, non appena ci saranno tutte le condizioni per farlo.
 
Non mi resta allora che ringraziare tutti coloro che permettono ogni giorno, con il loro instancabile lavoro tecnico, organizzativo e amministrativo, il raggiungimento di questi risultati. E in particolare, molto prima dei risultati del campo, parlano i visi, i sorrisi e gli occhi illuminati delle ragazze e dei ragazzi che hanno posato per la foto di gruppo durante la festa di presentazione delle squadre sul campo Kennedy. Per me è  stata un'emozione unica e una grande soddisfazione e sono certo che sia stato lo stesso per tutti i nostri volontari.
 
Certo, ci sono anche le difficoltà, ma avremo 364 giorni per parlarne e per fare in modo di trovare la strada giusta anche nel 2023, tutti insieme, con spirito unitario e, come ho detto ai tanti partecipanti alla cena del Premio Donnabella, con quel senso di appartenenza alla comunità del Milano 1946 che deve essere l'ingrediente segreto e unico della nostra ricetta vincente per il futuro. Cresceremo e miglioreremo ancora, di questo sono certo.
 
E allora Buon Anno a tutti voi, amiche e amici!!! Non vedo l'ora di rivedervi in campo!
 
                                                                                                                            Alessandro Selmi
01/01/2023
Per visualizzare la mappa è necessario accettare i cookie di Google Maps.
Gestisci i cookie
Cookie