Milano 1946

Giancarlo Piazzi lascia il Consiglio del Milano dopo 32 anni

Il nostro storico segretario lascia l'incarico, che regge dal 1990, per motivi famigliari. E a 85 anni si gode giustamente il meritato riposo. Il Consiglio del Milano '46, nell'accettare le dimissioni, vuole ringraziare Giancarlo Piazzi per l'immenso lavoro svolto in tutti questi anni con passione e professionalità


Dopo 32 anni di preziosissimo servizio, Giancarlo Piazzi lascia il Consiglio e la segreteria operativa del Milano 1946. A 85 anni l’uomo che ha retto la burocrazia e soprattutto i conti del nostro club ha deciso di godersi la meritata pensione: “Dopo trentadue anni di partecipazione, vissuti con altalenanti soddisfazioni e successi, per ragioni famigliari e non essendo più in grado di dedicare il tempo necessario e utile ad una vita societaria che ha bisogno di un forte coinvolgimento operativo di tutti i Consiglieri e Dirigenti, ribadisco la mia decisione irrevocabile già preannunciata verbalmente al Presidente. Colgo l’occasione per porgere a tutti gli amici con cui ho condiviso le soddisfazioni, e purtroppo anche le delusioni che questo nostro magnifico sport ci riserva, le mie sincere cordialità, augurandovi buon lavoro e futuri nuovi successi sportivi”.

Il Consiglio del Milano ’46, nella prima riunione del 2003 svoltasi ieri sera, ha accettato le dimissioni e invia a Giancarlo un sincero ringraziamento per l’enorme lavoro svolto, con instancabile dedizione e soprattutto immensa passione, in questi anni. Dopo essere stato dirigente del settore giovanile, Piazzi è entrato in Consiglio nel 1990 con l’avvento della Mediolanum ed è passato attraverso tutte le avventure di questi anni, comprese la fusione con l’Ares e la partecipazione alla franchigia United, ricoprendo sempre il ruolo di segretario con ben sei presidenti, da Lepetit a Burgazzi, da Fasani a Giulianelli, da Battaglia a Selmi, tenendo sempre i conti sopra la linea di galleggiamento.

In fondo, se il Milano è riuscito a sopravvivere alle crisi e ai mutamenti che si sono susseguiti nell’ultimo trentennio, una buona parte di merito e di riconoscenza va a questo dirigente appassionato, che non è stato solo un ex giocatore (nel Pirelli anni ’50-60) e il padre di uno dei nostri migliori lanciatori (Gianluca), ma è un grande innamorato del baseball e del Milano. E l’ha dimostrato restando al suo posto fino a questa straordinaria età.

Giancarlo Piazzi resterà comunque a disposizione del Milano come socio e consulente di chi erediterà le sue mansioni. A tal proposito nei prossimi giorni verrà ufficializzato un nuovo ufficio di segreteria con un pool di collaboratori coordinati da Beppe Pizzi.

12/01/2023
Per visualizzare la mappa è necessario accettare i cookie di Google Maps.
Gestisci i cookie
Cookie