Milano 1946

Fraschetti sorpassa Phares: è il quinto manager rossoblù

Marco Fraschetti ha superato l'americano David Phares, nostro allenatore dal '73 al '76, per numero di panchine del Milano: 159 a 158. Adesso è il quinto manager della storia rossoblù dietro Cameroni, Mazzotti, Passarotto e Pasotto. Andrea Lo Monaco raggiunge Andrea Balzani a 209 presenze (28° posto all time tra i fedelissimi). Nicola Bancora ed Andrea Capellano eguagliano Brusati-Mitchell nella "keyston combination": 55 partite al centro del diamante. Solo tre coppie hanno giocato più partite


David Phares e Marco Fraschetti accomunati dal numero 10

Cifre e curiosità della settimana post finale promozione di andata. Le due partite con il Reggio Emilia hanno dato a Marco Fraschetti la possibilità di diventare il quinto allenatore nella storia del Milano. Con le panchine numero 158 e 159, l’attuale manager rossoblù ha prima raggiunto e poi superato un mito come l’americano David Phares, l’allenatore straniero con più partite nel nostro club, che ha guidato il Milano dal 1973 al 1976. Due grandi protagonisti della storia rossoblù legati tra l’altro dallo stesso numero, il 10. Fraschetti ha debuttato alla guida della prima squadra cinque anni fa, il 30 aprile 2017 in Milano-Sannazzaro 11-1 di serie C, schierando questa formazione: Nicolò Pinazzi e Turner in batteria, Sanguedolce, Bancora, Polce e Giulio Negri interni, Giovanelli, Villa e Luca Fraschetti esterni. Domenica invece per la sua 159.a panchina ha utilizzato Garavito, Torrellas, Meazza, Samuele Pasotto, Bancora, Capellano, Marco Pasotto, Villa e Luca Fraschetti con Lo Monaco designato. David Phares ha esordito da allenatore-giocatore del Milano il 7 aprile 1973 in Milano-Lazio 8-2 di serie A, mandando in campo Paganelli e Cavazzano in batteria, Novali, Spinosa, lo stesso Phares e Passarotto in diamante, De Regny, Acquafresca e Allara esterni, mentre nel 1976 l’americano ha lasciato la guida della squadra a Lorenzo De Regny praticamente a metà stagione dopo 14 partite, chiudendo con Milano-Vercelli 5-0 di serie A2 il 5 giugno del ’76, in cui i rossoblù giocarono con Paganelli, Luigi Re, Lanaro, Pensieri, Mazzotti, Passarotto, Zanetti, Allara, Fontanini. In tutto Phares ha collezionato 95 vittorie, 62 sconfitte e un pareggio (a 601 di media) mentre Fraschetti vanta un ruolino di 86 vittorie e 73 sconfitte (541 di media). Adesso davanti a Marco Fraschetti restano solo Pasotto, Passarotto, Mazzotti e il primatista Cameroni.  

Venendo ai giocatori, c’è da annotare un altro passo avanti tra i fedelissimi di Andrea Lo Monaco che tocca le 209 partite giocate nel Milano ed eguaglia un grande degli anni Cinquanta-Sessanta come il suo omonimo Andrea Balzani al 28° posto tra i rossoblù all-time. Lo Monaco ha debuttato il 27 aprile 2011 contro lo Junior Grosseto in una partita persa in casa a Senago dall’allora United per 18-12, schierato da Bonetti in seconda base con Wong in prima, Guzman in terza e Silva interbase; la sua 208.a presenza l’ha invece toccata domenica in Milano-Reggio Emilia 3-7 utilizzato da Fraschetti come battitore designato. Il debutto di Andrea Balzani avvenne invece il 2 giugno 1957 in Milano-Torino 2-1 di serie B, schierato da Van Zandt come esterno centro tra Galassini e Delfino; la sua ultima presenza è invece del 16 giugno 1968 a Bologna in Fortitudo-Milano 6-3 di serie A, giocando come esterno sinistro con Rossi al centro e Gandini a destra.

Sempre in tema di presenze, Nicola Bancora scavalca Milani (175) e aggancia Piazzi a 176; Luca Fraschetti raggiunge la coppia Cherubini-Herrera a 152; Sanguedolce eguaglia Consonni a 140 e Capellano affianca un altro interbase, l’argentino Drago a 132.

Tornando a Lo Monaco, va segnalato che il veterano rossoblù diventa anche il 7° battitore designato della storia del Milano, superando Max Crippa (36) e attestandosi a 37 partite giocate da DH.

Una curiosità particolare riguarda la coppia Bancora-Capellano che difendendo per la 55.a volta il “keystone” rossoblù, eguaglia Maurizio Brusati e Wes Mitchell che giocarono tutte le loro 55 partite in coppia a cavallo della seconda base nel campionato di A1 1984. Le due coppie sono al quarto posto di tutti i tempi tra i difensori del keystone, a una sola lunghezza dal terzo tandem rappresentato sempre da Maurizio Brusati in seconda ma con Sergio Marazzi interbase. Davanti a Loro solo Ugo Balzani-Alberto Spinosa (79) e Alberto Spinosa-Carlo Passarotto, la coppia regina con 86 partite giocate a difesa del cuscino di seconda.

L’ultima annotazione riguarda ancora Nicola Bancora, ma questa volta da solo: il capitano rossoblù ha infatti suberato il traguardo dei 600 turni validi alla battuta, raggiungendo 602 AB.

15/09/2022
Per visualizzare la mappa è necessario accettare i cookie di Google Maps.
Gestisci i cookie
Cookie