Milano 1946

A Piacenza record di pareggi consecutivi
E Bancora sorpassa Mazzotti

Continua la serie consecutiva dei pareggi arrivata alla cifra record di 8: nel 2001 e 2009 ci si era fermati a 6. Per quanto riguarda le presenze, giornata significativa per Nicola Bancora che ha scavalcato Mauro Mazzotti (168 a 167). Mentre David Mergans è il primo pitcher a battere un triplo dopo 23 anni


Nicola Bancora e Mauro Mazzotti

Ed ecco gli spunti statistici offerti dall’ultima trasferta di regular season a Piacenza. Su tutti spicca l’abitudine ormai consolidata al pareggio: quello di domenica in Emilia è stato l’8° consecutivo, risultato che consolida il record assoluto nella storia del Milano, già battuto domenica scorsa in casa con lo Junior Parma. La serie più lunga di pareggi consecutivi in passato si era fermata infatti due volte a quota 6: nel campionato di A2 del 2001 con Osvaldo D’Odorico allenatore dall’8.a alla 13.a giornata (a Lodi, con lo Junior Parma, a Buttrio, con il Piacenza, a Bollate e con il Verona) e sempre in A2 nel 2009 con Lazaro Castro manager dalla 1.a alla 6.a giornata (con Codogno e Sala Baganza, a Redipuglia, con il Novara, a Collecchio e a Bollate).

In tutta la stagione adesso i pareggi sono 10, lo stesso “bottino” del 1977 e del 2009 in serie A2. Solo due volte si è andati oltre: nel 2001 in serie A2 con 11 pareggi su 18 giornate (allenatore D’Odorico) e nel 1973 quando, con David Phares manager, si stabilì il record assoluto di 12 pareggi su 22 giornate.

A livello individuale il capitano rossoblù Nicola Bancora prosegue nella sua scalata tra i fedelissimi scavalcando un grande ex dei suoi stessi ruoli come Mauro Mazzotti (167 presenze) e insediandosi al 41° posto all time a quota 168. Ora nel suo mirino c’è Dario Rossi a 172. Bancora ha giocato la sua prima partita il 20 aprile 2014 in Crocetta-United 2-7 di serie A2, schierato dal manager Duarte in seconda base all’8’ inning al posto di Lo Monaco, tra Baravalle in prima, Franco in terza e Alessandro Bortolomai interbase. Nella sua ultima partita a Piacenza ha invece giocato da interbase con Meazza in prima, Ambrosioni in seconda e Di Meo in terza. Mauro Mazzotti è stato invece lanciato in prima squadra da David Phares il 19 ottobre 1975 in Fortitudo Bologna-Milano 9-3 di serie A1, anche lui entrando in seconda base al posto di Pensieri al 6° inning tra Lanaro in prima, Fontanini in terza e Bonfonte interbase. La 167.a e ultima apparizione da giocatore l’ha fatta il 6 maggio ’89 in Milano-Novara 11-5 giocando sempre in seconda tra Giorgio Bortolomai, Paolo Omiccioli e Rick Richardi. In fine, sempre in tema di presenze, Luca Fraschetti ha agganciato Stefano Manzini a quota 144.

Passiamo adesso ai turni validi alla battuta in cui Marco Pasotto ha eguagliato Niccolò Milani al 30° posto all time con 633 AB. Giornata simbolica anche per Andrea Lo Monaco che ha toccato i 600 AB tondi tondi agganciando Francesco Banfi e Dario Rossi. Mentre Bancora (572) ha scavalcato Guido Redaelli (565).

L’ultima annotazione riguarda David Mergans che contro il Piacenza si è ritrovato forzatamente con la mazza in mano dopo l’usicita di Fraschetti e il passaggio di Torrellas da designato a catcher. Ebbene il pitcher ceco ha battuto un sorprendente 2 su 2 con un doppio e un triplo. L’ultimo lanciatore rossoblù a battere un triplo era stato 23 anni fa Enoque Zorzan, ai tempi dell’Ares Milano ’46, nel 1999 in una partita persa contro il Cus Brescia 6-16: entrato a lanciare al 7’ al posto di Di Pillo, ha battuto un triplo nel suo unico turno nel box sul pitcher bresciano Schileo.

13/07/2022
Per visualizzare la mappa è necessario accettare i cookie di Google Maps.
Gestisci i cookie
Cookie