Milano 1946

A Fossano 18 punti dopo due anni
E Pasotto raggiunge Peonia

.Curiosità statistiche della settimana: il Milano a Fossano non va oltre l'uno a uno ma segna 18 punti dopo due anni: l'ultima voltga era stato nel derby con l'Ares del 2020. A livello individuale Marco Pasotto gioca la sua 50.a partita da esterno sinistro titolare e aggancia Paolo Peonia a 183 presenze in rossoblù, mentre Nicola Bancora eguaglia un altro capitano,  Manolo Lanaro, a quota 164 


Cifre e curiosità legate alla trasferta di domenica a Fossano, dove il Milano ha perso la prima partita 8-4 e ha vinto la seconda 18-8. E una vittoria con un punteggio così alto mancava da quasi due anni, ovvero dal 4 ottobre 2020 quando il Milano si è imposto quasi con identico punteggio (18-7) al Saini contro l’Ares. In quella stagione, il Milano aveva già superato i 18 punti anche in un’altra circostanza, proprio contro il Fossano, ma al Kennedy, in una sfida finita 20-4.

Passando alle statistiche individuali, Marco Pasotto aggancia Paolo Peonia a 183 presenze nel Milano che corrispondono al 32° posto all time tra i fedelissimi rossoblù. Nicola Bancora invece scavalca Francesco Banfi (163) e raggiunge un altro capitano rossoblù, Manolo Lanaro, a 164 presenze. Luca Fraschetti infine eguaglia il grande Biro Consonni a 140.

Nicola Bancora aggancia anche la coppia Danilo Gradali-Fabio Casiraghi a 38 partite giocate da terza base titolare (17° posto all time nel ruolo), mentre Pasotto ha giocato la sua 50.a partita da esterno sinistro partente.

Sempre Bancora protagonista nei turni validi alla battuta: con 555 AB eguaglia infatti Stefano Manzini, grande bomber della Mediolanum anni Novanta, mentre Luca Fraschetti con 515 AB scavalca Alessandro Bortolomai (513).

L’ultima annotazione è per Andrea Capellano che con 53 basi rubate sale al 22° posto nella classifica di ogni tempo raggiungendo Niccolò Milani

29/06/2022
Per visualizzare la mappa è necessario accettare i cookie di Google Maps.
Gestisci i cookie
Cookie